Sempre presenti anche ai concerto più alternativi. MALATO live a Roma al Closer. 3 giugno 2011
Ecco alcune foto.







(DannyBoy)

Benvenuti, b-boys & flygirl,
al secondo appuntamento con l'ospedale musicale più black che esista.

Senza perderci in chiacchiere , vi segnaliamo subito i primi 3 dischi made in u.s.a. assolutamente da avere (in qualche modo), freschi freschi di uscita:

1. EDO G - A Face In The Crowd - Nuovo album del supereroe dell'incastro, che dopo l'esperienza riuscitissima con Masta Ace e i Special Teamz, ritorna nuovamente solista con un disco dal sapore CLASSICO, dalle sonorità fresche e ricercate, con featuring importantissimi del calibro di Chali 2na (Jurassic 5), Slaine & Jaysaun (Special Teamz), M-1 dei Dead Prez e molti altri. CONSIGLIAMO: "Life" feat. Chali2na.

2. PHAROAHE MONCH - W.A.R. (we are renegades) - Questo è il disco che ,amanti dell'underground e non solo, aspettavano da parecchio. Esce con la DuckDown Records (tanto per cambiare- ndr ) di Buckshot, il quale quando c'è da produrre dischi ed artisti di raro spessore, ha già pronta la penna ed il contratto pronto. Tantissimi i featuring di spicco, da Immortal Technique a Styles P, da Showtyme a Royce da 5''9', a Jean Grae. CONSIGLIAMO: "Let my people go".

3. RANDOM AXE - Random Axe (Sean Price, Black Milk, Guilty Simpson). Diciamo che questi sono nomi che anche da soli fanno venire i brividi, e che stanno segnando il presente (oltre che il recente passato) del buon hip hop, con ottime produzioni fresche e ballabili,e rime tecniche quanto crude e spesse. Collaborando,hanno fatto uscire questo capolavoro firmato DuckDown, con tanti ospiti illustri.14 tracce che suonano come bombe e scegliere il pezzo da consigliare è davvero difficile. CONSIGLIAMO: "Black Ops" feat. Fat Ray.

Restate connessi, royalissimi ospiti della clinica, la prossima settimana segnaleremo le 3 uscite hip hop italiane più calde, assolutamente da avere, e da spingere nei vostri stereo, nelle vostre macchine, nei vostri iPod. Per il momento, gustatevi queste tre bombe d'oltreoceano.

Alla prossima settimana!

Stay Real!!

(J.Roy)

Noi di FutuRadio Web eravamo presenti al concerto dei Bud Spencer Blues Explosion al Circolo degli Artisti di Roma. Ecco alcune foto.








Underground, mainstream, gangsta, social, conscious...
L' Hip Hop ormai in Italia si è decisamente stanziato, le quattro arti sono diventate pane quotidiano della gioventù e nonostante il significato di questa Cultura spesso venga male interpretato, essa si presenta alle porte del secondo Decennio dei Duemila forte, consapevole di raccogliere quello che ha seminato negli anni '80 e '90.
Ciononostante, per quello che riguarda il rap (l'espressione musicale della Cultura Hip Hop) , le idee da chiarire sono diverse: in radio, per esempio, possiamo notare che le posizioni di alta classifica delle charts sono occupate spesso e volentieri da canzoni di artisti Hip Hop (quasi esclusivamente d'oltreoceano), di cui conosciamo ritmo e ritornelli, lasciandoci sfuggire però, che quello che ascoltiamo ha una sua settorialità ben specifica.
Hip Hospital, nasce con la chiara intenzione di mettere luce sulle lacune musicali di stampo prettamente BLACK, di farvi capire chi e cosa smuove l'attenzione di radio, tv e web, una vera e propria clinica in cui il vostro bisogno di ascoltare, sapere ed apprezzare l'Hip Hop, ha sfogo. Ma non solo.
Hip Hospital inoltre, vi terrà informati ed aggiornati su quello che riguarda l'Hip Hop Made In Italy, l'underground ed il mainstream italiano, suggerendovi live, news, dischi in uscita e tutto il necessario per rimanere sempre in stretto contatto con la scena Hip Hop di casa nostra.
Stay tuned, la clinica è aperta!!!

(J.Roy)

Quando ci hanno contattati si sono presentati in punta di piedi: “La nostra musica non ha pretese, per noi l’importante è divertirci e divertire il nostro pubblico”. Poi, in seguito, abbiamo scoperto che i Lex 180 già vantano un seguito di tutto rispetto nonché le attenzioni di importanti media (recente è l’intervista che il gruppo ha rilasciato al Resto del Carlino). Giuseppe, Nicola, Filippo, Carlo e Andrea hanno fondato la band, attiva nella zona di Senigallia, nel 2004 e come molti gruppi formati per lo più da giovani anche loro “sono partiti dal liceo, dalle assemblee di istituto e dalla sala prove della nostra scuola”. L’idea dei Lex 180 è quella di divertire, dicevamo in apertura. Ed è vero, basta ascoltare l’ironico Viva la fuga per rendersene conto. Ma attenzione: il punk dei cinque giovani scalmanati di Senigallia non è fatto solo per ridere. La loro è buona musica, altroché.

La vostra musica riesce ad accomunare l’originalità del sound ad una stravagante ironia. Da cosa deriva questa scelta?

Nasce principalmente dall'esigenza di non prenderci mai sul serio. L'ironia delle nostre canzoni ci fa ricordare che non siamo dei “professionisti” della musica, magari con l' onere di sperimentare qualcosa di forzatamente alternativo. il nostro unico obiettivo è quello di divertirci e divertire chi ci ascolta, il resto, secondo noi, viene da sè... ma per coinvolgere il nostro pubblico diamo il massimo, perchè siamo soddisfatti solo se facciamo bene la nostra musica ed i nostri spettacoli, al meglio delle nostre possibilità.

Perché cantare esclusivamente in italiano pur proponendo un genere, il punk, poco seguito nel nostro Paese?

Siamo nati in Italia e non cantiamo in italiano per patriottismo. Prendiamo atto di quello che siamo senza scimmiottare a tutti i costi culture molto distanti dalla nostra. Ad esempio, qualcosa di banale cantato in inglese può sembrare una figata pazzesca. Con l'italiano, invece, sembra sempre di essere scontati, a meno che non ti metti a parlare di temi impegnati o di politica anche se in maniera molto generalizzata. Però raccogliamo la sfida, cercando di trovare una nostra dimensione artistica, che sia autentica e distinta dalle mode o da semplici esercizi di stile.

Avete altri album all’attivo?

VIVA LA FUGA è il nostro primo vero lavoro autoprodotto, attualmente stiamo registrando nuovi brani per il prossimo album... non vogliamo fossilizzarci su un solo lavoro, ma proporre qualcosa di nuovo ogni volta che è possibile.

Come vi vedete da grandi? Quali sono i vostri progetti per il futuro?

Più che da grandi, da vecchi ci vediamo in sala prove dopo aver lasciato a casa le “uniformi” da lavoro, per sfogarci e divertirci ancora insieme attraverso la musica. I Lex 180 collaborano al progetto del Movimento Rock Senigallia ovvero una associazione formata da band locali, come noi, che ha come scopo quello di diffondere una buona cultura musicale partendo dal nostro territorio, organizzando eventi, spazi e manifestazioni che servano anche a sostenere le band emergenti. Anche questo è un progetto in cui crediamo molto.

(fabio germani)


Li avevamo lasciati con l'album d'esordio To Lose My Life... nel 2009. Eccoli di nuovo con il secondo album uscito il 17 gennaio 2011, Ritual. E' vero che è difficile ripetersi ma i White Lies, a mio avviso, non convincono del tutto con il nuovo lavoro. Quasi sufficiente.
Il primo singolo è Bigger than us.




link:
White Lies



(DannyBoy)


I NATS o più conosciuti come Nena & The Superyeahs hanno presentato in anteprima su Rolling Stone Magazine il loro primo full lenght. Dopo essersi fatti notare con Jungle Drum, video musicale selezionato fra i 10 flash mob mondiali più belli del 2010, la band, che aveva già anticipato l'Album con il singolo/video A Little of You, torna anticipando i tempi. Electric Lane sarà infatti pubblicato il 15 aprile su editore/distributore Metatron /Believe in tutti gli stores digitali.

FOLLOW THE ELECTRIC SHOCK!


LINKS

NATS , in breve:
nati nel 2006, hanno subito collezionato importanti vittorie nei più conosciuti concorsi nazionali come "Operazione Soundwave 2008" su MTV, Heineken Jammin' Contest 2008, Ypsigrock Contest 08, Emergenti 2007,Sconcerti 2007 e Nuovi Suoni Live 2007, e partecipato a diversi festival italiani ed internazionali a cui hanno partecipato (Coca-Cola Live@ MTV, Give It a Name, Heineken Jammin' Festival, Cube Festival, Ypsigrock Indie Festival) oltre alle importanti aperture fatte dalla band per artisti del calibro di The Cure, John Legend, Afterhours, Morgan, Marlene Kuntz, Silverstein, Story of the Year, Vanilla Sky, Bluvertigo, Bedouin Soundclash, Art Brut e molti altri.
Nel corso del 2009 i NATS hanno pubblicato 3 singoli per conto di Sugar Music e hanno intrapreso un tour italiano (oltre 40 concerti in tutto il Paese), a cui si sono aggiunte nel gennaio 2010 le date del primo tour Europeo della band che ha toccato
anche Francia e Gran Bretagna.


L’8 febbraio è uscito nei maggiori digital stores il nuovo album degli Oracles, rock band di Pordenone che FutuRadio Web ha avuto il piacere di intervistare nel 2010. Il progetto, Have a nice trip, contiene dieci brani di cui tre (I wanna live in a dream machine, What’s my style e Hand in hand) gli ascoltatori della radio hanno già avuto modo di apprezzare. Sul sito degli Oracles è possibile ascoltare le anteprime dei pezzi e ottenere le coordinate utili per l’acquisto.


(frw/red)


The High Seas della band ucraina Singleton è quello che può definirsi un buon album rock. Gli ingredienti ci sono tutti: si passa da brani più duri a pezzi decisamente melodici. Si tratta, insomma, di un lavoro capace di accontentare i gusti di ognuno. Noi, come al solito, proponiamo l'album di seguito.




(frw/red)


Dopo la nostra proposta dei cinque brani rock selezionati da DannyBoy e quelli pop selezionati invece da Fabrizio, ecco i nostri consigli hip hop. Non abbiamo la pretesa di stilare una classifica in senso assoluto, si tratta piuttosto di scelte dettate dai nostri gusti. Lo diciamo a scanso di equivoci…







(frw/red)


Per chi “bazzica” Jamendo quello di Josh Woodward è un nome che non dovrebbe suonare nuovo. Woodward è un musicista, compositore e cantante statunitense, tra i più attivi della community. I suoi brani – tratti da un album o dall’altro, talmente ne ha prodotti – risultano sempre tra le prime posizioni delle classifiche. Oggi proponiamo il suo ultimo lavoro, Ashes. Dodici tracce per poco più di 45 minuti di ottima musica. Buon ascolto!





(frw/red)



Potevano mancare loro?!!? Assolutamente no! I Foo Fighters sorprendono il panorama musicale pubblicando, grazie al servizio SoundCloud, in anteprima l'album Wasting Light in streaming (sarà possibile ascoltarlo per alcuni giorni anche nel nostro player). Quindi senza troppi giri di parole... buon ascolto!


Wasting Light by Foo Fighters


(frw/red)


Iniziamo con il mettere le mani avanti: quelle che stiamo per pronunciare potrebbero suonare come bestemmie. Messe da parte le dovute precauzioni (per cui non sono gradite le offese gratuite) l’album dei Kryptic Mood, Social Espionage, ricorda molto alcuni lavori dei Depeche Mode. Si tratta di un progetto molto strumentale che necessita di un attento ascolto, ma assolutamente valido. Di seguito il player per ascoltarlo, a voi le considerazioni.


Social Distortion - Hard Times and Nursery Rhymes

Il 2011 è un anno ricco di uscite discografiche e nel panorama punk non potevano mancare loro, Social Distortion!
Con l'uscita di Hard Times and Nursery Rhymes la band californiana ha dato vita al settimo album in studio proponendo undici tracce (tredici nel deluxe edition) e proprio dopo sette anni la band si è messa di nuovo in marcia.
Album meno ruvido rispetto ai precedenti ma nel complesso molto buono, orecchiabile, chiudendo gli occhi e ascoltandolo ho immaginato il coast to coast New York - Los Angeles. Rock!

Per rimanere in tema di coste, sole, surf e bikini il singolo California (Hustle And Flow)





Social Distortion links


(DannyBoy)



Clicca on air e ascolta le nostre dirette!

(N.B. Le trasmissioni avvengono secondo gli orari previsti dal palinsesto)

FutuRadio Web


FutuRadio Web

Ascoltaci dal tuo iPhone! Come? Clicca l'immagine dal browser del tuo iPhone o iPod Touch oppure leggi qui!

iPhone